Rivoli Veronese


Dopo la lunga procedura di autorizzazione del progetto da parte della Regione del Veneto, della Commissione Europea e del Ministero dell'Ambiente, iniziata nel 2006, il giorno 10 dicembre 2012 AGSM Verona S.p.a. ha iniziato i lavori di realizzazione di un impianto eolico per la produzione di energia elettrica sul Monte Mesa di Rivoli Veronese.
L'installazione dei 4 aerogeneratori, da 2 MW ciascuno, e che produrranno energia elettrica per circa 6000 famiglie, è terminata in data 27.03.2013. Dopo un breve periodo di rodaggio, l'impianto sarà inaugurato ufficialmente e collegato alla rete elettrica nazionale.

L'iter autorizzativo e una breve descrizione del progetto sono contenuti nella presentazione fornita da AGSM presente nel menù a fianco.

Al termine dei lavori di costruzione, l'ambiente circostante sarà ripristinato e sarà costruita una nuova pista ciclabile per la visita dell'impianto, collegata alla ciclabile dell'Adige - Sole, in un contesto naturalistico e paesaggistico meraviglioso, con viste spettacolari sulla Terra dei Forti e la Valdadige, a nord, e verso il Lago di Garda, a sud- ovest.

Le immagini dal cantiere, in costante aggiornamento (visualizzabili in un apposito album su Flickr), sono state gentilmente concesse da Agsm Verona.


Nella sezione "Presentazione impianto eolico" è stata aggiunta una presentazione molto dettagliata sull'utilizzo delle energie rinnovabili ed in particolare sull'energia eolica e l'impianto creato a Rivoli Veronese.

Di seguito una comunicazione ai cittadini dal Sindaco Mirco Campagnari, e un comunicato stampa di REpower Italia in merito all'articolo del Corriere del Veneto del 06.04.2013.


"Cari Cittadini,
 
gli aerogeneratori dell’impianto eolico di Rivoli Veronese, sul monte Mesa, rappresentano un deciso contributo alla produzione di energia pulita. Il progetto è stato deciso e approvato dall’amministrazione comunale di Rivoli Veronese e dalla Regione Veneto, e progettato e finanziato da Agsm Verona Spa (Azienda generale servizi municipali del Comune di Verona). Dopo sette anni di studi, analisi e confronti e il coinvolgimento in Conferenza dei Servizi di più di trenta enti, lo scorso novembre la Regione Veneto ha autorizzato l’inizio dei lavori.
L’impianto eolico è costituito da 4 aerogeneratori da 2 Megawatt (MW) ciascuno per una potenza complessiva di 8 Megawatt. Produrrà 16 milioni di chilowattora l’anno pari al fabbisogno energetico di circa 18 mila persone.
I cambiamenti climatici dovuti al surriscaldamento del pianeta sono uno dei problemi che l'umanità dovrà affrontare nel terzo millennio. Lo scioglimento dei ghiacciai, i mutamenti delle abitudini di molti animali e il verificarsi con maggiore frequenza di alcune calamità naturali sono alcune conseguenze causate dall'aumento di CO2 in atmosfera. Per risolvere il problema si deve passare rapidamente dalle energie da fonti fossili alle energie da fonti rinnovabili.
L'impianto eolico di Rivoli Veronese darà un significativo contributo a questo passaggio e farà risparmiare quasi 3.000 tonnellate equivalenti di petrolio all'anno, consentendo di ridurre di 7.300 tonnellate le emissioni di anidride carbonica in atmosfera.
L’Amministrazione di Rivoli Veronese esprime soddisfazione per aver voluto e contribuito alla progettazione e autorizzazione di questo impianto e aver dato così un concreto contributo nella direzione scelta dall’Unione Europea e dall’Italia: impegnarsi nella riduzione delle emissioni di CO2per contrastare i cambiamenti climatici in atto, come previsto anche dal Patto dei Sindaci da noi sottoscritto a Bruxelles nel novembre 2011.
Grazie alla realizzazione dell’impianto, l’Amministrazione di Rivoli Veronese godrà per trent’anni di entrate economiche fisse, così come i proprietari dei terreni su cui insiste il parco eolico, i quali incasseranno una quota annuale di affitto da parte di Agsm Verona.
Il progetto è stato sviluppato e progettato nel dettaglio in modo da contenere gli impatti sul territorio, mitigarli e compensarli. Proprio su questo fronte, terminato il cantiere, verrà ripristinato il terreno sulle piazzole e sulle aree di passaggio e si procederà a ristabilire l’habitat e la colonizzazione delle specie arboree tipiche della zona. Si procederà inoltre alla riqualificazione dei cosiddetti ‘prati aridi’ adiacenti all’impianto con la semina e il rimpianto delle orchidee selvatiche. Nelle vicinanze del parco eolico verrà realizzata una pista ciclabile che si collegherà a quella già esistente che scorre lungo il canale Biffis, oltre alla realizzazione di un percorso didattico appositamente dedicato.

Ex Sindaco - Mirco Campagnari"



COMUNICATO REPOWER ITALIA8 Aprile 2013

REpower Italia, Società controllata dall’omonima Società d’ingegneria tedesca produttrice di turbine eoliche, REpower Systems SE, dichiara con forza la completa estraneità del Gruppo alle indagini svolte dalla procura di Trapani in merito alla realizzazione di alcuni parchi eolici in Sicilia.
Nell’articolo pubblicato in data 6 Aprile 2013 dal titolo “Rivoli, i dubbi della minoranza sulla ditta costruttrice dell’eolico” vengono fornite al riguardo informazioni inesatte e che paiono strumentali ad ingenerare un’erronea percezione nei lettori.
A tal proposito si precisa quanto segue.
REpower Systems SE produce e fornisce turbine eoliche in tutta Europa, oltre che in America e in Australia. In Italia opera dal 2004 e in questi anni ha installato turbine eoliche in diverse regioni italiane oltre che in Sicilia, lavorando per tutti i principali produttori di energia italiani.
REpower Systems SE non ha mai costituito alcuna società, neanche di fatto, con i propri clienti agendo nell’esclusivo ruolo di fornitrice di aerogeneratori e dei relativi servizi di manutenzione.
Nel comune di Mazara del Vallo è attualmente presente con un centro di servizio post vendita che dà lavoro a 7 tecnici, i quali si occupano della manutenzione dei parchi eolici loro assegnati.
È prassi commerciale del Gruppo rilasciare un comunicato stampa a valle della conclusione di ogni accordo di fornitura e delle relative attività di cantiere.